Da Il Cittadino di Lodi

Si preannunciano giornate di grande fervore religioso nel capoluogo: è infatti di pochi giorni fa la notizia del ritrovamento di una falangetta del corpo di San Bassiano, primo vescovo di Lodi, sepolto nella cattedrale. A recuperarla sono stati i carabinieri, durante alcuni lavori a Brera.
“Non sappiamo esattamente come sia finita alla pinacoteca. – ha dichiarato il maresciallo incaricato, R. Alberti – L’ipotesi più probabile è che, decenni or sono, sia stato trafugata da qualche disperato e poi acquistata sottobanco e nascosta da un antiquario milanese nella cornice del *Cristo Morto* del Mantegna, che appunto venne restaurata negli Anni ’40. Poi, forse a causa della guerra, è stata lì dimenticata, o il suo proprietario è morto prima di poterla recuperare.”
“Siamo lieti di dare all’intera diocesi questa splendida notizia! – annuncia monsignor M. Malvestiti, vescovo di Lodi – Credo che nemmeno i fedeli sapessero dell’assenza di parte della reliquia del santo, ma siamo tutti grati di poter ricomporre le sue spoglie e restituirle alla loro interezza. San Bassiano è stato un grande esempio per la comunità lodigiana, e a lui ancora oggi si ascrivono molti miracoli.”
Alla messa di domenica avrà dunque luogo la solenne riesumazione del corpo e il riassemblamento dello stesso con la falangetta mancante.

Potrebbero interessarti anche...